Cerca nel blog

domenica 20 maggio 2018

Portasapone in bambù FAI DA TE

Questo pratico porta sapone in bambù fai da te permette di liberare spazio sul piano di lavoro del lavandino e permette all’acqua rimasta sul sapone di scolare nel lavandino.


E’ molto semplice da realizzare. Basta una canna di bambù, un cordoncino e un seghetto.
Per calcolare a che dimensione tagliare il bambu, si misura l’apertura del lavandino e si aggiungono 8/10 cm (4/5 per parte). Si tagliano 5 pezzi in parti uguali dalla canna (o dalle canne) di bambù della misura ottenuta e si applica eventualmente una vernice trasparente di protezione contro l’umidità.

A circa 5 cm dalle estremità delle aste, si passa in cordoncino intorno come indicato nella foto tirando stretto in modo che il bambù non si allenti. Farne tre giri e terminare con un nodo.
Embed This

lunedì 14 maggio 2018

FAI DA TE: Tappeto geometrico

Così ridipinto in forme geometriche un semplice tappeto di juta diventa protagonista in corridoio, in cucina o sul terrazzo. Piccolo sforzo, grande effetto!

Se avete bisogno di un nuovo tappeto ma non volete investire oppure cercate qualcosa di veramente personale ecco la soluzione: farlo da sé! Ridipingete adeguatamente un vecchio tappeto di juta ed eccolo trasformato in un tappeto appena comprato.
Cosa vi occorre
Tappeto in juta
Nastro di carta da imbianchino in due larghezze diverse
un paio di forbici
colore bianco
acqua
un pennello largo
Come procedere

1. Ricoprire i bordi del tappeto con il nastro di carta.
Sempre con il nastro di carta applicate strisce trasversali , non tutte uguali, avendo cura di far aderire bene il nastro al tappeto in modo da ottenere contorni netti.

2. Ora, con il pennello imbevuto nel colore bianco, procedere a verniciare lo spazio rimasto libero da nastro. Procedete applicando prima meno colore poi aggiungendone se volete un effetto più marcato, a seconda del grado di assorbimento del tappeto.

3. Dopo che la vernice si sarà ben asciugata, rimuovere il nastro adesivo. Con il nastro più sottile, creare i triangoli come da foto. Ora procedere come al punto 2 con il pennello ed il colore.
Una volta ben asciutto, rimuovere il nastro adesivo.
Embed This

lunedì 7 maggio 2018

Tavolino pieghevole e specchio fai da te: idea di primavera!

Il  vostro interno è un po ‘piccolo e siete alla ricerca di spazio? Beh si potrebbe installare un tavolino pieghevole che oltre a base da appoggio per uno spuntino o come angolo scrivania funge anche da specchio.

E’ possibile ottenerlo da soli, con un po’ di olio di gomito e determinazione. Ecco come.
Materiale
2 pannelli in legno (80x60x2cm)
4 cerniere in metallo
1 specchio (60x40cm)
1 rotolo di nastro adesivo per lo specchio
2 ganci a forma di L
Vernice acrilica grigio scuro
Viti (4x60mm)
1 rotolo di nastro adesivo
Fase 1

Create la  gamba del tavolo dal primo pannello in legno. Con la matita disegnare un rettangolo sul pannello, 10 centimetri per lato.
Fase 2
Praticare i quattro angoli del rettangolo con il trapano.
Fase 3
Ritagliate la forma rettangolare sul legno con il seghetto alternativo inserendo la lama nei fori creati al punto 2.
Fase 4

Levigare i bordi tagliati con la levigatrice o carta vetrata per completare la base del tavolo pieghevole, che sarà anche il telaio di legno dello specchio.
Fase 5
Verniciare il telaio di legno con pistola a spruzzo oppure a pennello . Poi proseguire facendo lo stesso con il secondo pannello.
Fase 6
Una volta che la vernice si è asciugata, avvitare le due cerniere ed unire i due pannelli.
Fase 7

Appoggiare lo specchio sul retro del pannello e allinearlo al centro. Segnare i contorni dello specchio con il nastro adesivo per delinearne la posizione giusta.
Fase 8
Applicare il nastro adesivo sul retro dello specchio. Capovolgere e posizionarlo delicatamente lungo i segni tracciati.
Fase 9
Segnare sul muro la posizione delle cerniere e avvitare. Piegare il tavolo e mettere 2 ganci a forma di L sul muro a destra e a sinistra del pannello. Questi servono per tenere chiuso il tavolo quando è in posizione “specchio”.
Embed This